Itinerari turistici ed eno-gastronomici nella Sicilia che non conosci

Itinerari turistici ed eno-gastronomici nella Sicilia che non conosci

Scopri cosa ti propone la provincia di Catania e i percorsi mozzafiato dell’Etna.

Itinerari turistici sicilia

Itinerari turistici sicilia - alberi di arance di sicilia

Il raccolto delle arance rosse viene effettuato manualmente per mantenere intatte le caratteristiche di ogni singola arancia

La Sicilia e, in particolare, la terra alle pendici dell’Etna, non offre unicamente la bellezza del vulcano e delle sue spettacolari eruzioni, ma dà anche una foto istantanea della cultura e dell’economia sicula, derivata da un attaccamento profondo alle radici del territorio.

Tanto questa terra é suggestiva che ha fatto “cantare” diversi poeti, rapiti dalla magia del vulcano. “Si trascorre qui la notte, sulla paglia, per andare a vedere il sorgere del sole dall’orlo del cratere. Lasciamo i muli e cominciamo a scalare la parete spaventosa di cenere indurita che cede sotto i passi, in cui non si può trovare una presa, trattenersi a nulla, in cui si ridiscende di un passo ogni tre. Si avanza sbuffando, ansimando, affondando nel suolo molle il bastone ferrato, fermandosi di continuo. Si deve allora puntare il bastone tra le gambe per non scivolare giù, perché la pendenza è così ripida che non si può neanche rimanere seduti.”

Guy de Maupassant descriveva così la sua salita sull’Etna. Era il 1885; adesso, anche chi non usa gli impianti di risalita, può accedervi tramite comodi sentieri, sebbene non si possa sfuggire alla fatica e si debba prestare rispetto ed una certa cautela, specialmente in prossimità dei crateri sommitali.

L’Etna rappresenta un grande richiamo per i turisti che, immersi in un’atmosfera dove lo spettacolo naturale fa perdere la cognizione del tempo, sono anche attratti dalla possibilità di gustare i frutti di questa terra così come nascono o sapientemente trasformati dalla popolazione del luogo. Le possibilità di escursioni nel Parco dell’Etna sono veramente tante.

Il circuito in auto attorno al vulcano é destinato a chi ha poco tempo a disposizione e consente in un solo giorno di apprezzare gli aspetti caratteristici del territorio etneo, toccando interessanti centri pedemontani ed alcune località ad alta quota.

La ferrovia Circumetnea, che parte da Catania consente, in modo insolito, di scoprire le pendici del vulcano, percorrendo tutte le stazioni fino a Riposto, dove la linea termina la sua corsa.

La grande traversata Etnea a piedi, possibile con cinque giorni di trekking lungo i sentieri che si snodano sull’Etna, lungo un itinerario studiato dal Parco in collaborazione con il CAI, che qui ha numerosi rifugi.

Il Sentiero natura Monte Zoccolaro permette di partire da Zafferana Etnea verso un ripido percorso che offre spettacolari punti di osservazione sulla Val Calanna e sulla Valle del Bove.

La passeggiata sul Piano Provenzana-Montenero attraversa una spettacolare Pineta e passa accanto a numerosi conetti esplosivi.

Tutti gli itinerari organizzati dall’ente Parco dell’Etna sono concepiti in modo che la figura dell’osservatore, del contemplatore della natura si fonda con la figura del saggiatore di sapori e di odori.

Qui i cibi fungono da mediatori tra l’ospite, il vulcano e la cultura siciliana. Per coloro che vogliono partecipare a una sagra ogni periodo dell’anno è quello giusto.

Non mancano infatti, occasioni per esaltare in feste organizzate i tanti prodotti di questi luoghi: dal vino all’olio etneo, dal miele ai formaggi e ai salumi, dalle arance rosse alle castagne.

Uno degli itinerari enogastronomici più semplici, ma proprio per questo facilmente organizzabile in modo indipendente, da qualsiasi turista, prevede l’arrivo a Catania, città ricca di bellezze artistiche, per poi visitare i paesi etnei, tra cui spicca Castiglione di Sicilia, una delle città del vino e Belpasso, in cui l’occhio umano si perde totalmente nelle lunghe distese di agrumeti, fonte di guadagno per l’economia agricola dell’intera regione.

La strada del vino etneo passa attraverso molte altre deliziose cittadine, tutte da visitare, come Acireale, Aci Castello e Aci Trezza, così come la via di Rosaria si estende per tutte le zone pedomontane dell’Etna.

La Sicilia infatti, non offre solo vini ottimi, ma anche una varietà di piatti tipici della regione che prendono parte delle loro peculiarità proprio dalla vicinanza con il vulcano più alto d’Europa, l’Etna appunto, che, con le sue eruzioni, ha reso fertilissimo il terreno e ha creato un microclima con grandi escursioni termiche, consentendo coltivazioni, uniche al mondo, come quella di Rosaria, l’arancia rossa dell’Etna.

Inoltre, questa regione è ricca di ulivi che danno vita a oli di riconosciute qualità organolettiche, come ad esempio il Monti Iblei e il Monte Etna.

Non perdete tempo, visitate la Piana di Catania e scoprirete nuovi colori e sapori che non esistono in nessun’ altra parte dell’Italia e del mondo.

Itinerari enogastronomici sicilia

Itinerari enogastonomici sicilia - composizione di arance rosse

Arance siciliane di qualità, dalla polpa rossa, succosa, gustosa e nutriente

arance_Rosaria