Un tuffo nelle arance rosse dell’Etna

Un tuffo nelle arance rosse dell’Etna

L’Arancia Rossa sponsorizza le atlete italiane della pallanuoto, del nuoto sincronizzato e dei tuffi, prima delle olimpiadi di Atene.

Prima di partire per le Olimpiadi di Atene, le ragazze della Nazionale Italiana di Pallanuoto, in occasione della sponsorizzazione dell’Arancia Rossa, hanno fatto visita alla Provincia Regionale di Catania.

L’Ente, per opera dell’Assessorato alle Politiche Agricole, insieme all’Assessorato allo Sport, tramite la Federazione Italiana Nuoto, ha iniziato una campagna pubblicitaria di sponsorizzazione delle Arance Rosse etnee.

Il marchio ha già sponsorizzato gli atleti della pallanuoto, del nuoto sincronizzato e dei tuffi durante le gare di qualificazione e durante i tornei.

Per quanto riguarda gli sportivi amatoriali, dopo le vacanze estive inizia la programmazione del nuovo anno lavorativo. In particolare, l’attività fisica è importante per mantenere sani corpo e mente aiutando l’organismo a liberarsi dalla tensione, dall’ansia e dallo stress.

Via libera quindi allo sport per tutti con un prezioso alleato: le arance.

Questi frutti sono ricchi di micronutrienti, vitamina C, magnesio, potassio, selenio, antocianine e sostanze antiossidanti.

Consumare arance rosse è efficace per diminuire lo stress ossidativo di tutti quelli che svolgono una regolare attività fisica, anche a livello amatoriale.

Le mamme dei futuri potenziali protagonisti dello sport considerano lo stesso importante per i loro figli, sono attente alla loro alimentazione e ritengono di esser informate.

Alcune mamme si ritengono attente all’alimentazione quotidiana dei propri figli e altre si riconoscono apprensive. Poche, infine, si ritengono “distratte”.

Da un’intervista a Valentina Vezzali, pluricampionessa olimpica di fioretto, si evince che per lei l’alimentazione è fondamentale. Da atleta ritiene che “siamo quello che mangiamo”. E’ attenta al fatto che suo figlio mangi bene e tutto.

Ma, aldilà delle “mamme famose”, cosa sanno le “mamme comuni”? Alcune conoscono il ruolo fondamentale che il calcio ricopre nello sviluppo fisico dei figli, ma la gran parte, nonostante tutto, non conosce la reale quantità del fabbisogno di calcio per l’organismo dei propri figli, mentre altre sono convinte che la quantità di calcio sufficiente per i propri figli sia di soli mg 300-500.

Il fabbisogno reale di calcio è rappresentato sicuramente da latte e formaggi. Per capire la quantità da somministrare ai nostri figli è sufficiente considerare che, una piccola porzione da g 15-25 apporta 200 mg di calcio (25-35% del fabbisogno giornaliero) mentre, una porzione da g 60-80 apporta circa 800 mg di calcio (pari all’ 80-100% del fabbisogno giornaliero).

arance_Rosaria