L’Etna non è soltanto il vulcano attivo più alto d’Europa

L’Etna non è soltanto il vulcano attivo più alto d’Europa

E’ anche uno scrigno prezioso che custodisce particolari varietà di flora e fauna e propone itinerari turistici che emozionano il visitatore. Scopri cosa vedere e come organizzarti.

Arance vulcano Etna

Vulcano Etna - alberi di arance rosse in Sicilia

Distesa di alberi di arance rosse siciliane Rosaria

L’Etna è il vulcano attivo più alto d’Europa con, alla base, un diametro di 40 Km e 3340 m d’altezza.

Il suo nome deriverebbe da un verbo greco il cui significato è “accendere”.

Dalla sua prima eruzione fino al 1993 si sono contate circa 210 eruzioni, ma dal 1995 l’attività eruttiva è ricominciata con una certa frequenza.

Il suo paesaggio è variegato, dovuto alle continue mutazioni sequenziali alle colate laviche.

Alle pendici la vegetazione è composta da agrumeti e fichi d’india; man mano che si sale si trovano olivi, vigneti, mandorli e, sul versante occidentale, boschi di querce,castagni, noccioli e pistacchi.

Intorno ai 1000/1500 m si trovano boschi di roverella e pino laricio, mentre intorno ai 2000 m, faggi e betulle.

La sommità è dominata dalla ginestra, che in primavera inebria con il suo profumo e tinge il paesaggio di giallo.

La fauna che abita l’Etna abbraccia innumerevoli specie: istrici, volpi, gatti selvatici, ghiri e anche pipistrelli, oltre agli uccelli, tra cui l’aquila reale, la poiana, lo sparviero e il falco pellegrino; tra i rettili la lucertola, il ramarro e vari serpenti tra cui la vipera.

Per salvaguardare tutta questa meraviglia della natura, nel 1987 è stato istituito il Parco dell’Etna, esteso per 59000 Ha.

Il Parco si divide in zona A, estesa per circa 19000 Ha, luogo dove l’intervento dell’uomo è ridotto “all’indispensabile”; zona B, estesa per circa 26000 ha con insediamenti agricoli sempre in totale rispetto della natura; zone C e D, estese per circa 14000 Ha per gli insediamenti turistici.

Per “visitare” il Parco ci sono vari itinerari: dalle escursioni più lunghe, tra cui La Grande Traversata Etnea (GTE), che dura 5 giorni e comprende tappe tra i 12 e i 15 Km di trekking, oppure, la circumetnea per chi non vuole stancarsi, circuito di circa 154 Km su una vecchia locomotiva attraverso i caratteristici paesini del catanese.

Per quanto riguarda le escursioni ci sono vari punti di partenza.

Il versante Sud: percorso che giunge fino al Rifugio Sapienza con la possibilità di ammirare i Crateri Silvestri a 1886 m d’altitudine.

Il versante Nord-occidentale: percorso che arriva fino ai 3000 m d’altitudine, attrezzato con un osservatorio e prevede una tappa a 2400 m d’altitudine per osservare i crateri dell’eruzione del 1809. Si può sostare per la notte a Piano Provenzana.

Arance sicilia

Arance sicilia - alberi di arance siciliane

Le Arance rosse siciliane Rosaria hanno un gusto unico dovuto alle escursioni termiche tra il giorno e la notte tipiche del territorio alle falde dell’Etna

arance_Rosaria